NEWS

Curare a passo di danza: ieri alla Fondazione San Raffaele l’incontro di danzaterapia

posted by Fondazione San Raffaele il 17 Ottobre 2017

Tra samba, maculele e capoeira, i pazienti hanno preso parte al progetto del Grupo Capoeira Lembrança Negra Italia

La danza non è solo un esercizio del corpo, ma un vero e proprio strumento di espressione della persona oltre che fonte di benessere ed equilibrio psicofisico. Canalizzatore delle emozioni e toccasana per la mente, il ballo ha delle alte potenzialità terapeutiche, sostenendo la salute mentale e lo sviluppo psicologico.

La “danzaterapia” è approdata ieri anche alla Fondazione San Raffaele di Ceglie Messapica, attraverso un incontro organizzato in collaborazione con il Grupo Capoeira Lembrança Negra Italia, sotto la supervisione e il coordinamento di Valderi Justino de Souza (Mestre Canhao).

Tra samba, maculele e capoeira, dopo la presentazione del progetto si è dato il via alle danze, letteralmente, coinvolgendo tutti i pazienti e i presenti. «Unire mente e corpo nel movimento», ha affermato la dott.ssa Lella Guarini, assistente sociale della Fondazione San Raffaele, «permette di raggiungere molteplici obiettivi, oltre a rivelare caratteristiche peculiari del soggetto, come lo stato d'animo e la personalità. Oggi è sempre più diffusa negli ospedali e nelle strutture di riabilitazione la pratica della danzaterapia come sostegno e integrazione alle terapie tradizionali».